Salvia a fiore giallo, la Glutinosa

(Tutti i diritti riservati)

Salvia a fiore giallo, la Glutinosa

Ecco una salvia dal fiore giallo chiaro, molto bello da vedere nei boschi. Una salvia aromatica il cui nome botanico è salvia glutinosa o vischiosa. La incontro fiorita incredibilmente nei primi giorni di novembre a ricordarmi il grande potere dei fiori che sempre riescono a riportare luce in ogni mio giorno.

salvia glutinosa

Descrizione

La salvia glutinosa o vischiosa è una aromatica della famiglia delle labiate, alta fino a 60 cm.. E’ una pianta perenne dalle foglie grandi munite di lungo picciolo. Il colore è verde chiaro e la forma è leggermente cuoriforme e seghettata ai margini, mentre la consistenza è morbida e vischiosa su entrambe le pagine. Le foglie infatti nei momenti più caldi della giornata producono una sostanza zuccherosa appiccicosa che le difende dall’eccessiva traspirazione.
La radice della pianta è un rizoma sotterraneo robusto e fibroso. Se la pianta viene strofinata emana un profumo aromatico.
Gli steli sono eretti con la parte alta glutinosa vischiosa e quella bassa pelosa. La pianta infatti è ricoperta da ghiandole vischiose che la rendono leggermente appiccicosa, soprattutto nella parte superiore.

foglie salvia glutinosa

I fiori della salvia glutinosa

I fiori raccolti in verticilli si susseguono lungo l’apice dei fusti. Essi sono gialli chiari e bilabiali con macchie rosso brunastre nella parte labiata. Il labbro superiore è alto e schiacciato ai lati. Il labbro superiore del fiore nasconde gli stami che fuoriescono solo se si inserisce, ad esempio, un filo di erba nella corolla. Questo perché gli insetti in cerca di nettare fanno scattare il meccanismo degli stami che si azionano come piccole leve ribaltando il nettare dei fiori sul dorso dei loro visitatori. Questo privilegio è riservato agli insetti alati  ed a quelli graditi perché gli altri (ad esempio le formiche) vengono fermati dai peli vischiosi presenti sulla pianta.
La fioritura della salvia glutinosa avviene generalmente da giugno a settembre.

fiori salvia glutinosa

Etimologia e raccolta delle salvie

Il nome della pianta allude al potere salvifico e salutistico di tutte le salvie dai tempi dei tempi. Le salvie infatti sono aromatiche antiche e preziose che si raccolgono all’inizio dell’estate, come tante officinali, all’alba del giorno di San Giovanni, quando i principi attivi raggiungono la massima concentrazione.
Il nome glutinosa o vischiosa rimanda alla caratteristica appiccicosa della pianta.

In inglese la salvia glutinosa o vischiosa chiama jupiter’s distaff

fiori salvia glutinosa

Habitat e diffusione

La pianta cresce in ambiente boschivo e nel sotto bosco erboso. La troviamo anche negli incolti ombrosi ed umidi, fino a 1700 metri di altitudine. In Italia è assente nelle isole mentre in Europa è assente in Scandinavia.

salvia glutinosa

Principi attivi

La pianta è un aromatizzante e contiene resine e terpeni.

salvia glutinosa nel bosco

In cucina

Pur non essendo impiegata come le altre salvie in cucina ha proprietà aromatiche e digestive come tutte le salvie. Della pianta si usano le foglie ed i fiori da raccogliere da giugno a settembre. Un testo riporta l’uso della salvia da raccogliere fiorita, per aromatizzare il vino, l’aceto ed il burro. La salvia glutinosa sembra essere adatta a rendere digeribili le carni grasse ed insaporire pietanze. Le sue foglie si possono pastellare con uova, farina, acqua frizzante e noce moscata e successivamente friggere. Possono essere tritate ed inserite nell’impasto dei biscotti, mentre i fiori si possono inserire negli ultimi cinque minuti di cottura di un ragù.

Se ti interessa la cucina con i fiori e le erbe selvatiche cerca su Amazon o sugli store on line come www.youcanprint.it o www.lafeltrinelli.it  ed anche www.ibis.it  il mio libro intitolato MangiAmo i fiori, disponibile anche in versione ebook

libro mangiAmo i fiori di Patrizia Gaidano

 Altri usi

Dalla salvia glutinosa è possibile ricavare gomma

Bibliografia:

Fiori di Liguria, G. Nicolini A. Moreschi, Edizione Siag Genova, 1970
Riconoscere i fiori spontanei d’Italia e d’Europa, Margot e Roland Sphon, Ricca Editore, 2013
Erbe consentite, Erbe proibite di Ida Salusso, Verde Libri srl, 2014
Andar per erbe in Piemonte e Valle d’Aosta, di V. Sanfo e E. Pittoni, Editrice il Punto, 2014
foloraitaliae.actaplantarum.org

 
Tutti i diritti sono riservati
(per l’uso delle immagini è necessario chiedere il consenso all’autore del sito)

Indicazioni e proprietà erboristiche delle piante e dei fiori sono riportate a titolo informativo, con indicazione della bibliografia. Declino pertanto ogni responsabilità sul loro uso a scopo curativo, alimentare, estetico. Naturainmentecalliopea.it non garantisce sulla validità dei contenuti riportati in questo sito. La verifica individuale indipendente è sempre raccomandata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *