Ciclamino hederifolium al sud Italia

(Tutti i diritti sono riservati)

Riflessioni guardando un fiore di ciclamino

Oggi penso al ciclo della vita che si apre e si chiude con un respiro.

Vita e morte sono fasi di un unico ciclo a cui prende parte la natura e l’uomo.

Allora guardo i miei fiori di ciclamino e rifletto sul senso della vita.

Etimologia del fiore del ciclamino e simbolismo

L’etimologia di “ciclamino” deriva dal greco “kyklàminos”, in allusione a “kyklos”, ossia cerchio che fa riferimento alla forma globosa delle radici a tubero della pianta stessa ed anche al curioso attorcigliamento che il peduncolo fiorale assume dopo la fioritura. Il fiore del ciclamino rappresenta simbolicamente proprio il ciclo della vita, anche per la sua particolare forma ad utero. Il volgere dei suoi fiori verso terra, per me, sono segno di rispetto ed umiltà profonda.

ciclamino napoletano

Descrizione dei ciclamini

I ciclamini sono piante della famiglia delle primulaceae che sviluppano foglie e fiori i cui petali, al momento della fioritura, si rovesciano  verso l’alto, dalla parte concava e rivolta verso l’alto del tubero stesso.
Se coltivati con cura, evitando ristagni d’acqua, ed esponendoli in pena luce, possono fiorire anche per tre o quattro anni.

I ciclamini che teniamo in casa

Vi sono numerose varietà e cultivar di ciclamini, tra cui quello che normalmente troviamo in commercio ossia il “persicum”, a fioritura invernale, di origine del mediterraneo orientale e dell’Africa settentrionale, che presenta le classiche foglie cuoriformi, marmorizzate, di color verde scuro, con zonature grigie e fiori dai petali ritorti, dai colori che variano dal rosa al porpora, al viola, al rosso ed al bianco.
Di questo ciclamino esistono molte varietà tra cui: cardinal, victoria, sanguineum, punctatum, mentre il “persicum”, che si trova spontaneo in natura, presenta fiori rosa pallido o bianchi con macchie color porpora alle fauci.

ciclamino hederifolium sud Italia 

I ciclamini a seconda della fioritura

Per quanto riguarda la fioritura dei ciclamini, oltre a quella invernale, abbiamo ciclamini a fioritura primaverile. Tra questi cito il “ciclamino repandum” o “primaverile” (dalle foglie cuoriformi, dentate o profondamente lobate e dai fiori leggermente profumati, color magenta cupo con fauci più scure) oppure a fioritura estiva-autunnale  per il “ciclamino purpurascens o delle Alpi” ( fiori color ciclamo, fucsia) e per il “ciclamino hederifolium” (dalle foglie simili all’edera elix).

Ciclamino napoletano, Calabria

Il ciclamino hederifolium o napoletano

Il ciclamino hederifolium o neapolitanum è una geofita bulbosa della famiglia delle primulacee, presente in Italia con due sottospecie.
Incontrai i miei primi fiori di ciclamino hederifolium o napoletano”   in ottobre in Calabria, tra i boschi dell’Aspromonte, poi in Puglia.
Una pianta spontanea meravigliosa che notai per i suoi fiori rosa, con petali rivolti all’indietro e lobi simili ad orecchiette in corrispondenza della fauce del fiore.
I fiori di questo ciclamino compaiono prima delle foglie simili a quelle dell’edera, che sono marezzate e cuoriformi, con margini dentellati. I peduncoli fiorali si avvolgono a spirale durante la fruttificazione.

ciclamino napoletano, Aspromonte, Calabraia

Fioritura del ciclamino hederifolium o napoletano

Il “ciclamino napoletano” o “hederifolium” è un’erbacea che fiorisce tra fine agosto ed ottobre, in ambiente boschivo umido solitamente di querceti, lecceti e castagneti. Esso  è detto anche “ciclamino panporcino” per il fatto che il tubero di tutti i ciclamini contiene ciclamina (una saponina) tossica che però viene mangiata dai maiali senza problemi (da qui anche il nome di panporcino). I semi di questa specie vengono spesso dispersi dalle formiche.
Le mie foto riguardano fioriture autunnali nel sud Italia, in Calabria, zona Aspromonte e Puglia, zona bosco Cuturi e contrade di agro di Cisternino, Puglia.
La pianta è originaria dell’Italia e della Grecia.

ciclamino Napoletano bosco Cuturi, Puglia

Il nome del ciclamino in altre lingue

Il nome di questa bulbosa in tedesco è Neapolitanisches Zyklamen, mentre in inglese è Ivy-leaved Cyclamen. In spagnolo è Pan de puerco ed Artánita, mentre in francese è Cyclamen à feuilles de lierre, o Cyclamen de Naples.

ciclamino nel bosco Cuturi, Puglia

Il bosco Cuturi in Puglia

Il bosco Cuturi si trova in Puglia nella zona di agro di Mandura (Puglia). Esso ha un estensione di 35 ettari ad un’altitudine di 80 metri slm.. In esso sono presenti alberi di leccio (quercus ilex) ed un sottobosco di macchia mediterranea che comprende lentisco, ginestra spinosa, cisto, timo, rosmarino, olivastro ed altre specie. Tra i fiori e le piante spontanee troviamo, tra l’altro, la fumaria officinale, la piantaggine lanceolata, il crocus nudiflorus ed il ciclamino a foglia di edera (ciclamino hederifolium).Vi sono anche molti animali come volpi, ricci, faine, barbagianni, civetta e gufo.
Per info visionare il sito www.boscocuturi.it

ciclamini in fiore zona agro di Cisternino, Puglia

Bibliografia:

  • Fiori e piante d’appartamento, EdiCart, 1995
  • Fiori spontanei del Mediterraneo, David Burnie, Fabbri Editori, 1995
  • Piante per balconi e giardini a cura di Maria Teresa della Beffa, DeAgostini, 1997
  • Guida alla flora dell’Aspromonte, Giovanni Spampinato, Laruffa Editore, 2014
ciclamini in Puglia

Tutti i diritti sono riservati

Indicazioni e proprietà erboristiche delle piante e dei fiori sono riportate a titolo indicativo, con indicazione della bibliografia. Esse non costituiscono alcun tipo di consulto, prescrizione o ricetta medica ed alimentare. Naturainmentecalliopea.it non garantisce sulla validità dei contenuti riportati in questo sito. La verifica individuale indipendente è sempre raccomandata.

(Per l’uso delle immagini è necessario chiedere il consenso all’autore.)

ciclamino hederifolium, bosco Cuturi, Puglia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *