Spatzle al silene con fiori eduli

(Tutti i diritti riservati)

Spatzle al silene con fiori eduli

Faccio spesso gli spatzle in versione selvatica, in quanto trovo che siano un ottimo primo a cui proprio non riesco a rinunciare.  Questa mia ricetta prevede il silene vulgaris nell’impasto oltre agli spinaci per renderlo bello verde, saporito e particolare. Per decorare è possibile, sempre che si amino i fiori eduli, usare petali di calendula officinale, salvia dei prati ed aglio orsino dare un bel tocco floreale questo piatto.

Spatzle al silene con fiori eduli

Spatzle al silene con fiori eduli ingredienti:

ricetta per tre persone

250 grammi di farina 00,
2 uova medie (circa 111 grammi di uova  – il peso indicato equivale alle uova pesate sulla bilancia con il guscio),
80 grammi di punte di silene vulgaris fresche e 40 grammi di foglie di spinaci fresche appena lessate e strizzate in una pallina,
100 ml. di acqua di cottura dei vegetali a temperatura ambiente
olio extra vergine di oliva q.b.
Per condire occorre semplice acqua di cottura dei vegetali, parmigiano e petali di calendula officinalis,  fiori di aglio orsino e salvia dei prati.

Spatzle al silene con fiori eduli

Esecuzione della ricetta

Portare ad ebollizione con un po’ di sale grosso una grande pentola d’acqua, bassa e larga, adatta ad appoggiare la “speciale grattugia forma spatzle”, quindi dedicarsi a preparare l’impasto nel mixer.

grattugia forma spatzle

Cuocere in padella per pochi minuti, con un po’ di olio di oliva e 150 ml. di acqua il silene vulgaris e gli spinaci. Tenere coperti in cottura. Spegnere il gas, fare intiepidire e strizzare in una pallina senza buttare l’acqua di cottura. Porre nel mixer con le uova e frullare. Inserire 100 ml. di acqua di cottura ed azionare di nuovo il frullino. Mettere la farina e frullare ancora. L’impasto dovrà essere liscio, ben amalgamato e staccarsi lentamente dal cucchiaio. Regolarsi di conseguenza aggiungendo farina oppure acqua, per ottenere la consistenza adeguata. Prendere l’attrezzo per gli Spatzle facendo scendere a cucchiaiate l’impasto nel foro del suo carrellino movibile, direttamente nell’acqua bollente, quindi lasciare che gli spatzle affiorino e cuocere ancora un minuto o poco più. Scolare con una schiumarola e porre direttamente nella padella dei vegetali con 20 ml. di acqua di cottura degli stessi. Scaldare e mescolare. Spolverare se desiderato con parmigiano fresco grattugiato e decorare con  petali di calendula, aglio orsino e salvia dei prati.

Io non aggiungo mai il sale sia negli impasti sia nelle salse, perché trovo che le erbe spontanee abbiano già il loro grado naturale di sapidità.

Spatzle ortiche e calendula

Questa ricetta sarà nel mio prossimo libro.

Per approfondire sulle erbe e fiori usati leggere i miei precedenti articoli con le schede identificative.

Per vedere la video ricetta andare sul mo canale youtube (Patrizia Gaidano).

Spatzle al silene con fiori eduli

Un libro di ricette con i fiori e le erbe selvatiche

Se vi piace la cucina con i fiori e le erbe selvatiche vi propongo il mio libro ed ebook intitolato: MangiAmo i fiori per sperimentare le mie ricette. Troverete anche le schede delle piante, le ricerche scientifiche sui poteri antiossidanti delle erbe selvatiche e dei fiori e tante altre curiosità.
Il libro è disponibile sul sito www.youcanprint.it o su altri store on line come amazon, lafeltrinelli e mondadori etc…

Tutti i diritti sono riservati

Il contenuto è disponibile in base alla licenza CC BY SA, se non diversamente specificato

Indicazioni e proprietà erboristiche delle piante e dei fiori sono riportate a titolo informativo, con indicazione della bibliografia. Declino pertanto ogni responsabilità sul loro uso a scopo curativo, alimentare, estetico, oltre a qualsiasi danno diretto ed indiretto. Naturainmentecalliopea.it non garantisce sulla validità dei contenuti riportati in questo sito. La verifica individuale indipendente è sempre raccomandata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *