Per un momento di freschezza fruttata mi affido alla menta suaveolens, rotundifolia, a foglie rotonde

Per un momento di freschezza mi affido alla menta suaveolens, rotundifolia, a foglie rotonde

Quando l’estate scotta ed il corpo domanda un po’ di freschezza non c’è nulla di meglio di concedersi una bella bevanda fresca preparata con acqua fresca e menta suaveolens, accompagnando il tutto con una fetta di limone.
Per questo esco alla ricerca di questa pianta sicura di trovarla fiorita nella mia campagna, in tutto il suo splendore.
Per questo ne resto affascinata consapevole che la natura da sempre sia il miglior giardiniere sia nella disposizione delle piante sia nel donarcele al momento giusto.

Descrizione della menta suaveolens o rotundifolia, a foglie rotonde

La menta suaveolens o rotundifolia è una pianta erbacea perenne con rizoma legnoso e fusto eretto ascendente e foglie rugose ovate o sub rotonde con nervature molto evidenti.
 Le infiorescenze sono riunite in spighe apicali e sono di colore bianco rosato.

 

Questa menta è presente in tutta Italia e vive negli incolti umidi della zona collinare e montana dove fiorisce da giugno a settembre.

Il profumo della menta suaveolens, specie commestibile dal sapore fruttato ed i suoi usi

L’odore di questa menta al primo impatto non invita a coglierla perché è acre anche se la specie è commestibile sia per quanto riguarda le foglie sia per i fiori che si usano per aromatizzare sciroppi, liquori, salse, insalate e macedonie per il suo sapore fruttato tra la mela e la menta.  Le foglie inoltre possono essere fatte seccare e conservate per l’inverno per accompagnarle ad un buon tea verde o ad un buon infuso erboristico.

In inglese la menta suaveolens è detta applemint proprio per il suo sapore agro, ma anche fruttato, molto particolare, con un lieve sentore in bocca tra la mela e l’ananas e la menta.

La sua principale proprietà è quella digestiva, oltre ad essere utile per le infiammazioni della bocca, mentre il suo infuso è calmante per la tosse.

Consigli di trapianto e cura della menta suaveolens

Per avercela a portata di mano è possibile piantare questa pianta avendo cura di  tenerla confinata perché la stessa ha carattere infestante, prendendo in considerazione l’dea di piantarla vicino ai cavoli, ai broccoli ed i piselli per migliorarne il sapore.

In autunno è consigliabile potare questa menta e coprirla con una leggera pacciamatura, ove gli inverni sono rigidi.

Informazioni generali sulle mente e sull’olio essenziale

Normalmente le mente sono piante perenni che si inseriscono nella famiglia delle labiate, conosciute dai tempi dei tempi per le preziose sostanze ed essenze aromatiche ricercate in distillazione, aromaterapia, erboristeria e cucina.

Tutte le mente contengono nelle foglie e nei fiori l’olio essenziale di menta oltre a tannino, materie resinose e pectiche, utili per una buona azione tonica, stomachica, digestiva, diuretica ed anche in caso di insonnia, nevralgie e tossi spasmodiche.


Generalmente la menta ama un terreno ricco di umidità per questo è possibile anche seminarla dal mese di marzo in questi ambienti.
L’epoca di fioritura di quasi tutte le mente
è l’estate quando i fiori attirano gli insetti impollinatori.

Bibliografia:

  • Fiori di Liguria, G. Nicolini A. Moreschi, edizioni Siag Genova, 1970
  • Herbs, Lesley Bremness, Dorling Kindersley book, 1994
  • L’erbario di Jekka Mc Vicar, Logos Edizioni, 2009

Patrizia Gaidano @Copyright

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *