Pasta verde senza uova alla polmonaria e spinaci

Tutti i diritti riservati

Pasta verde fatta in casa con la natura

In questo periodo di epidemia virale mi sto affidando ancor di più alle erbe selvatiche e non solo per la mia cucina e ringrazio Dio per avercele donate. Loro esistono in natura e ci alimentano da sempre e ci sarà un perchè.
Hanno proprietà erboristiche notevoli e vitamine al pari dei vegetali, per cui, oggi, ho deciso di preparare della pasta fresca, verde, fatta in casa, senza uova, con le foglie della polmonaria officinale e gli spinaci freschi.

polmonaria officinale

La scelta della polmonaria in cucina

Perchè ho scelto la polmonaria?
Innanzi tutto perchè in questo periodo oltre alle foglie sono disponibili anche i fiori che sono commestibili e decorativi. Poi la polmonaria è l’erba che secondo la teoria della segnatura di Paracelso cura i polmoni.
Quindi ho ringraziato la natura, che non a caso l’ha messa a disposizione proprio adesso e vivendo vicino ad un bosco sono andata a cercarla.

polmonaria officinale

La ricetta della pasta verde senza uova alla polmonaria e spinaci

Una ricetta un po’ lunga ma di grande soddisfazione, ecco gli

Ingredienti per la pasta (per n. 4  persone)

1 manciata di foglie fresche di polmonaria officinale  e foglie di spinaci per un totale di max. 100 grammi di foglie lessate, acqua q.b., 250 grammi di farina di semola rimacinata di grano duro, 20 ml. di olio extra vergine di oliva.

Se non abitate in campagna sostituire la polmonaria con spinaci freschi.Potete usare anche solo polmonaria ma abbiate cura di testare se vi crea allergie. 

pasta verde fresca senza uova

Preparazione della ricetta

Lavare le foglie di polmonaria ed inserirle in una pentola con dell’acqua (non è necessario che stiano tutte immerse perchè con il vapore che si crea in cottura nella pentola diminuiranno di volume). Cuocere con il coperchio per 5 minuti e comunque fino a quando le foglie non si ammorbidiscono, avendo cura che non perdano del tutto il loro colore verde. A parte cuocere per pochi minuti al vapore anche le foglie di spinaci. Se usate solo spinaci potete anche centrifugarli.
Spegnere il gas ed iniziare a prepare la pasta fresca. 
Versare su un piano di lavoro (meglio di marmo se lo avete) la farina a fontana. Nel frattempo con una forchetta prendere dalla pentola la polmonaria lessata e gli spinaci e trasferire nel bicchiere del minipimer, con parte dell’acqua di bollitura (ricca di sostanze vitaminiche) e 20 ml. di olio extra vergine di oliva e frullare. Dovrete ottenere una crema verde non troppo liquida.
Incorporare la crema verde gradatamente alla farina ed impastare con le mani fino ad ottenere una palla di pasta elastica. Impastando vi accorgerete se la farina richiede più liquido, quindi se del caso lo aggiungerete. 

La stesura dei fogli di pasta

Prima della stesura in fogli, la pasta va fatta riposare a temperatura ambiente per 30 minuti, avvolta in pellicola trasparente. I fogli si realizzano a mano stendendo l’impasto con il mattarello o con la macchina per la pasta tipo Imperia.  Dopo il riposo della pasta, va spolverato di farina il piano di lavoro e vanno formati dalla palla tanti pezzi che si trasformeranno in fogli di pasta. La misura finale del foglio se si usa la macchina Imperia è quella alla tacca n. 5. Questo spessore di pasta va bene sia per fare la pasta ripiena sia per le tagliatelle.
Prima di essere tagliati in tagliatelle i fogli vanno spolverati di farina.
Le tagliatelle si realizzano a coltello tagliando delle strisce lunghe dai fogli oppure sempre con la macchina imperia, montando il forma tagliatelle.

tagliatelle verdi alla polmonaria

La pasta verde ripiena con ricotta e zenzero

Con alcuni fogli della mia pasta ho realizzato delle conchiglie di pasta verde ripene. La forma della cochiglia è uno stampo di palstica che si trova facilmente nei negozi di casalinghi.
Il mio ripeno per le conchiglie è stato ricotta ed un pizzico di zenzero.
La cottura dal momento della bollitura dell’acqua salata è stata dai 2 ai 4 minuti, ma vale la prova dell’assaggio.
Il condimento per la mia pasta è stato semplice olio extra vergine di oliva, zenzero fresco grattugiato ed ho decorato con fiori freschi di polmonaria, ed altri fiori eduli.

conchiglie alla polmonaria

Le vitamine e le proprietà

La polmonaria contiene vitamina A e C oltre a mucillaggini utili per combattere il catarro oltre ad avere azione antinfiammatoria, diuretica e sudorifera. Lo zenzero è antinfiammatorio e fresco favorisce la digestione oltre a contrastare l’accumulo di tossine e la formazione dei batteri.

pasta fresca verde veg

N.B. La polmonaria, come la borragine, va consumata con moderazione e non molto spesso perchè contiene principi epatossici. Le foglie di polmonaria andrebbero raccolte dopo la fioritura della pianta. La pianta è sconsigliata a donne in gravidanza e che allattano. Ogni persona inoltre potrebbe essere allergica alla pianta per cui è bene assaggiare una piccola quantità della pianta ed andare per grado.

Se ti interessa approfondire sulla polmonaria cerca il mio articolo su google scrivendo “polmonaria calliopea” oppure clicca qui.

Bibiografia

Erbe consentite, Erbe proibite, Ida Salusso, Verde Libri srl, 2014

polmonaria officinale

Tutti i diritti sono riservati

Indicazioni e proprietà erboristiche delle piante e dei fiori sono riportate a titolo indicativo, con indicazione della bibliografia e non costituiscono alcun tipo di consulto, prescrizione, ricetta medica ed alimentare. naturainmentecalliopea.it non garantisce sulla validità dei contenuti riportati in questo sito. La verifica individuale indipendente è sempre raccomandata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *