Mandragora autunnale nelle isole greche

(Tutti i diritti riservati) 

Mandragora autunnale, nelle isole greche

La Mandragora autunnale è una pianta molto comune nelle isole greche e la si trova fiorita in autunno, passeggiando lungo i sentieri. La pianta pur essendo nota per la sua velenosità, venne usata, dai tempi dei tempi, per i suoi presunti poteri afrodisiaci, sonniferi ed analgesici, tramite la raccolta della radice. 

Mandragora autunnale

Descrizione

La Mandragora autunnale è una bella pianta della famiglia delle solanacee. Essa presenta foglie aderenti al terreno, disposte in una grande rosetta, molto appariscente. Le foglie coriacee e grinzose, sono di un bel verde scuro ed hanno margini ondulati. I fiori, portati da singoli peduncoli, sono riuniti in gruppi e sono disposti al centro della pianta.

Mandragora autunnale isole greche 

I fiori 

Essi come indicato hanno peduncolo breve e corolla a cinque petali, di colore dall’azzurro al viola. La fioritura della mandragora avviene generalmente da settembre ad aprile.
Nell’isola greca di Iraklià fiorisce a novembre mentre fruttifica da febbraio, marzo.
Il nome greco è : “buddholossida”. 

I frutti della mandragora

Le bacche tonde, giallo arancioni delle piante, nel periodo della fruttificazione, si nascondono dentro i calici tubolari allargati.

La pianta è un’erbacea con una grande radice a fittone che va molto in profondità ed è spesso bipartita.

In Italia si può avvistare la mangragora officinarum . Si tratta di una specie simile, ma con fiori più piccoli e calici che non coprono i frutti.

Mandragora autunnale isole piccole Cicladi

Habitat e nomi della pianta

Incontriamo la mandragora autunnale lungo i sentieri sassosi ed i bordi stradali. Essa è frequente sia negli incolti e sia nella zona degli oliveti.
La Mandragora è diffusa nella zona mediterranea. La si trova in Grecia, isole comprese e nel Medio Oriente.

Il nome inglese della pianta è Mandrake

Pare che la mandragora, secondo Teofrasto, avesse dato uno dei nomi con cui era conosciuta Afrodite ossia Mandragoritis.
Dioscoride invece cita la pianta come erba di Circe (kirkaia). 

Mandragora autunnale

Bibliografia 

Flora del Mediterraneo, Schonfelder, Ricca Editore, 2014 

Fiori spontanei del Mediterraneo, David Burnie Fabbri Editori, 1995 

Egeo e Flora, Mila de Franco, 2016 

Il grande libro delle piante magiche, Laura Ragnoni, Xenia, 2005

 

Fruttificazione della mandragora

Tutti i diritti sono riservati

(per l’uso delle immagini è necessario chiedere il consenso all’autore del sito)

Indicazioni e proprietà erboristiche delle piante e dei fiori sono riportate a titolo informativo, con indicazione della bibliografia. Declino pertanto ogni responsabilità sul loro uso a scopo curativo o alimentare o estetico o erboristico. Naturainmentecalliopea.it non garantisce sulla validità dei contenuti riportati in questo sito.
La verifica individuale indipendente è sempre raccomandata.

Mandragora autunnale isole piccole Cicladi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *