Lunaria annua, commestibile ed ornamentale

Tutti i diritti riservati

Lunaria Annua, commestibile ed ornamentale

La lunaria annua appartiene alla famiglia delle brassicaceae – crucifere ed è una pianta erbacea annuale o biennale commestibile ed ornamentale conosciuta per le sue ramificazioni che secche durano a lungo decorando le composizioni.

lunaria annua

I nomi della lunaria

I nomi della pianta sono molti tra cui “erba luna”. Questo nome deriva dalle sue sìlique nelle quali sono racchiusi i semi che ricordano piccole lune argentate. Altri nomi della pianta sono “monete del Papa”, “medaglie di Giuda”, erba d’argento, lunaria meridionale.

In inglese il nome della pianta è perennial Honesty.

lunaria annua

Nel linguaggio dei fiori

Rifacendomi al nome inglese della lunaria ossia Perennial Honesty vedo il fiore come simbolo di chiarezza ed onestà nei sentimenti.

lunaria annua

Habitat e coltivazione

Troviamo la lunaria annua ai margini dei boschi in ambiente umido ed ombroso, in terreni ricchi di sostanze nutritive. La pianta ha origine dall’Europa sud orientale ed è presente spontaneamente in Grecia, Bulgaria, Croazia, Romania, Albania, mentre è naturalizzata negli altri paesi europei.
Di lunarie ne esistono tre specie, due europee ossia quella annua e la rediviva, mentre la telekiana è originaria dell’Albania.

Seminate da fine estate i semi contenuti nelle monete sfregandole tra di loro tra le mani, oppure fate leva con le dita lungo il bordo per sollevare una delle due valve, lasciando cadere i semi in piena terra, scegliendo un luogo simile a quello di crescita naturale della pianta. La lunaria è rustica e non teme il gelo ed ha la capacità di auto seminarsi diventando quasi invasiva.

Io ho seminato le mie piantine sotto un ciliegio che ora è contornato di lunaria.

I fiori della lunaria sono amati dalle farfalle e dalle api.

lunaria annua

Descrizione

I fusti della lunaria annua sono cilindrici, eretti, pelosi e ramificati e possono arrivare a 120 cm di altezza. Le foglie caduche a forma di cuore, sono opposte ed hanno bordi dentati. La pianta al tatto è pelosetta. I fiori lievemente profumati  sono composti da quattro petali fucsia porpora e si aprono da marzo a maggio. Essi sono riuniti in racemi apicali.
La pianta fiorisce normalmente al secondo anno di vita
.
I fiori della lunaria rediviva sono profumati.
La radice è carnosa e profonda. I frutti assomigliano a monete per l’aspetto appiattito che a fine estate da verdi diventano argentato, lasciando intravedere i semi scuri all’interno. Sono le sìlique, strutture porta semi, in grado di muoversi con il vento per la diffusione degli stessi. I semi si vedono in controluce quando si guarda ogni sìliqua ellittica.

lunaria annua

Principi e proprietà

Erboristicamente la lunaria è diuretica (semi), antiscorbutica e digestiva e sembrerebbe mantenere sano il cervello grazie alla presenza di acido nervonico. Essa contiene molti principi attivi oltre ad acidi grassi, enzimi, glucosidi, vitamina C, minerali, antiossidanti ed un alcaloide la lunarina.

lunaria annua, silique

In cucina

Le foglie della lunaria sono pelosette e lievemente carnose e possono essere raccolte tutto l’anno a partire dalla primavera, per essere usate in cucina crude o cotte. Il loro sapore ricorda il cavolo, ma sono amarognole per cui è meglio consumarle cotte per far perdere loro questo sapore ed addolcirle. Sono ottime aggiunte ai ripieni della pasta o per colorare di verde la pasta.
Anche i piccoli fiori violetti sono commestibili e ricordano il rafano. I frutti raccolti ancora verdi durante la primavera hanno lo stesso sapore dei fiori e possono essere aggiunti a misticanze e uova.
In cucina, in autunno, i semi piccanti, possono essere usati come quelli della senape pressandoli e polverizzandoli.

Ecco una delle mie ricette che troverete nel mio libro

Mangiamo i Fiori, acquistatabile sul sito www.youcanprint.it

dal mio libro MangiAmo i fiori

 

Bibliografia

  • Fiori di Liguria, G. Nicolini A. Moreschi, Edizioni Siag Genova, 1970
  • Riconoscere i fiori spontanei d’italia e d’Europa, Margot e Roland Sphon, Ricca editore, 2013
  • Erbe consentite, erbe proibite, Ida Salusso, Verde libri editori, 2014

Tutti i diritti sono riservati

Indicazioni e proprietà erboristiche delle piante e dei fiori sono riportate a titolo indicativo, con indicazione della bibliografia. Esse non costituiscono alcun tipo di consulto, prescrizione o ricetta medica. Naturainmentecalliopea.it non garantisce sulla validità dei contenuti riportati in questo sito. La verifica individuale indipendente è sempre raccomandata.

lunaria annua

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *