Alchechengi, bacche commestibili del bosco

(Tutti i diritti riservati)

Alchechengi, bacche commestibili del bosco

L’alchechengi è una pianta commestibile solo per i frutti, delle bacche rosse arancioni lisce e lucenti avvolte da una membrana papiracea arancione dalla forma che ricorda le lampade giapponesi. Mi piace osservarlo ai margini dei boschi e raccolgo solo alcune delle sue bacche ripiene di semi e liquido succoso perché le altre le lascio per la sopravvivenza della pianta. 

Descrizione

L’alchechengi il cui nome botanico è physalis alkekengi appartiene alla famiglia delle solanacee. E’ una pianta perenne che appartiene ad un genere di ottanta specie. La pianta ha caule eretto e cilindrico e può raggiungere un’altezza di circa settanta cm. I fiori sono bianco giallognolo verdini, hanno cinque petali e nascono solitari all’ascella delle foglie dei rami mediani.

Dopo la fecondazione i fiori danno luogo ai frutti che sembrano delle lanterne arancioni di carta giapponesi con la punta rivolta verso il baso e con all’interno una bacca tonda e liscia, sempre arancione scuro – rosso ripiena di liquido e semi reniformi.

La fioritura della pianta avviene da maggio ad agosto. Le foglie provviste di lungo picciolo sono alternate, ovali e di un bel verde. Hanno apice appuntito e bordi dentati. La pianta è pubescente nelle parti verdi e nel fiore. La radice sottile è strisciante e ramificata.

Habitat

Cresce al margine dei boschi e nei boschi generalmente dell’Italia Settentrionale. Ama i luoghi umidi e freschi ricchi di sostanze nutritive.

alchechengi

Proprietà e componenti

Le bacche fresche dell’alchechengi sono diuretiche, ri mineralizzanti, anti reumatiche, antiinfiammatorie, mentre tutto il resto della pianta è velenoso per la presenza di alcaloidi. Alchechengi contiene tannini, vitamina C, acido citrico, zuccheri ed un alcaloide. In erboristeria pare che venisse usato per i calcoli renali e vescicali.
La vitamina C presente nell’alchechengi è il doppio di quella del limone.
L’infuso dei bacche serve per i dolori reumatici.

Usi Culinari ed altri

Dell’Alchechengi si raccolgono, generalmente a settembre, a maturità e si usano solo le bacche rosse-arancioni lisce e tonde. Non bisogna superare la dose di 20 o 30 al giorno. Il loro gusto è acidulo e sono ottime ricoperte da cioccolato fondente, sciroppate o in marmellata. Le bacche possono essere lievemente seccate per essere messe in salamoia o sotto aceto, per impreziosire antipasti salati.


L’alchechengi è considerata una pianta ornamentale da giardino roccioso e per le composizioni floreali. Le varietà coltivate però hanno meno proprietà rispetto ai frutti selvatici.

alchechengi

Un libro di ricette con i fiori, erbe selvatiche ed aromatiche

Se vi piace la cucina con i fiori e le erbe selvatiche acquistate il mio libro ed ebook intitolato: MangiAmo i fiori e sperimentate le mie ricette. Troverete anche le schede delle piante, le ricerche scientifiche sui poteri antiossidanti delle erbe selvatiche e dei fiori e tante altre curiosità. (Le ricette si possono eseguire anche senza fiori ed erbe utilizzando le verdure dell’orto, per cui potete scrivermi per le sostituzioni).
Potete acquistare il libro sul sito www.youcanprint.it o su altri store on line come amazon, lafeltrinelli e mondadori etc..

Bibliografia

Erbe consentite erbe proibite, Ida Salusso, Verde libri srl, 2014
riconoscimento e uso delle piante selvatiche, Roberto Chiej Gammacchio, Edizioni Demetra 1995
Erbe spontanee commestibili, Riccardo Luciano, Carlo Gatti, Araba fenice edizioni, 2008
Enciclopedia delle erbe, Edizioni del Baldo, 2012

Tutti i diritti sono riservati
(per l’uso delle immagini è necessario chiedere il consenso all’autore del sito)

Indicazioni e proprietà erboristiche delle piante e dei fiori sono riportate a titolo informativo, con indicazione della bibliografia. Declino pertanto ogni responsabilità sul loro uso a scopo curativo, alimentare, estetico. Naturainmentecalliopea.it non garantisce sulla validità dei contenuti riportati in questo sito. La verifica individuale indipendente è sempre raccomandata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *