Involtini di foglie di tiglio con ripieno fiorito

(Tutti i diritti riservati)

Involtini di foglie di tiglio con ripieno fiorito

Le tenere foglie del tiglio, raccolte ai piedi dei tronchi degli alberi sono commestibili e mi hanno ispirato diverse ricette nel mio libro intitolato mangiAmo i fiori. Oggi ve ne propongo una nuova, ossia degli involtini di foglie di tiglio ripieni di una crema di robiolino e prosciutto ai fiori di santoreggia o timo. Un finger food, veramente accattivante per l’armonia naturale di gusti e colori, il verde delle foglie di tiglio con il rosa dei fiori aromatici di santoreggia o timo.

Involtini di foglie di tiglio con ripieno fiorito

Ingredienti per 8 involtini di foglie di tiglio

8 foglie tenere di tiglio, meglio senza picciolo, raccolte ai piedi del fusto,
8 steli di erba cipollina,
24 fiori di santoreggia o timo,
60 grammi di robiolino,
45 grammi di prosciutto cotto,
10 ml. di succo di lime,
10 ml. di olio extra vergine di oliva.

Involtini di foglie di tiglio con ripieno fiorito

Esecuzione della ricetta, involtini di foglie di tiglio con ripieno fiorito

Mettere a bollire dell’acqua in una pentola. A bollore immergere, una ad una, le foglie di tiglio, scolandole dopo qualche secondo, con una schiumarola. Passarle sotto il getto dell’acqua fredda, per mantenere vivo il colore verde e poterle arrotolare. Distendere le foglie su un canovaccio di cotone.

Involtini di foglie di tiglio con ripieno fiorito

Porre nel mixer il formaggio robiolino con due fette di prosciutto cotto (45 grammi di peso) ed 8 fiori di santoreggia. Frullare fino a ridurre in crema. Mettere circa un cucchiaino di crema per ogni foglia, e sopra un fiore di santoreggia per involtino. Chiudere come se fossero involtini. Sigillare infine con un filo di erba cipollina. Condire i pacchettini verdi con una emulsione di olio e succo di lime. Posizionare un fiore di santoreggia sopra ogni involtino e servire.

Involtini di foglie di tiglio con ripieno fiorito

In genere il tiglio è ben tollerato, è però sconsigliato ai cardiopatici, alle donne in gravidanza e che allattano e può provocare dermatiti e reazioni anche gravi a chi è allergico ad uno dei suoi principi attivi.

Questa ricetta sarà nel mio prossimo libro.

Un libro di ricette con i fiori e le erbe selvatiche

Se vi piace la cucina con i fiori e le erbe selvatiche vi propongo il mio libro ed ebook intitolato: MangiAmo i fiori per sperimentate le mie ricette. Troverete anche le schede delle piante, le ricerche scientifiche sui poteri antiossidanti delle erbe selvatiche e dei fiori e tante altre curiosità.
Potete trovare il libro sul sito www.youcanprint.it o su altri store on line come amazon, lafeltrinelli e mondadori etc..

Libro Mangiamo I fiori di Patrizia Gaidano

Tutti i diritti sono riservati

Il contenuto è disponibile in base alla licenza CC BY SA, se non diversamente specificato

Indicazioni e proprietà erboristiche delle piante e dei fiori sono riportate a titolo informativo, con indicazione della bibliografia. Declino pertanto ogni responsabilità sul loro uso a scopo curativo, alimentare, estetico, oltre a qualsiasi danno diretto ed indiretto. Naturainmentecalliopea.it non garantisce sulla validità dei contenuti riportati in questo sito. La verifica individuale indipendente è sempre raccomandata.

giovani foglie di tiglio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *