Campanula trachelium, selvatica commestibile

(Tutti i diritti riservati)

Campanula trachelium, la selvatica commestibile

Mi piace questa campanula selvatica con i suoi bei fiori violetti che spiccano nel verde. E’ molto comune da avvistare ai margini dei boschi ed il suo aspetto aggraziato delizia la vista, ma anche il palato perché la pianta è commestibile.

campanula trachelium

Descrizione

La campanula trachelium è una erbacea perenne, rustica e selvatica della famiglia delle campanulacee, alta tra i cinque ed i dieci centimetri, con fusto eretto ed angoloso, spesso soffuso di tonalità rossicce. Le foglie verdi sono cordate, quelle basali sono ovali e picciolate, le altre sono dentate e leggermente pelose. I fiori viola campanulati, a cinque punte, sono portati da piccoli peduncoli. La fioritura avviene da giugno ad ottobre. La radice è a fittone.

campanula trachelium

Habitat

La piantina è molto comune ai margini dei boschi, nei boschi e nei prati collinosi ed in zone spesso umide, in terreni di natura calcarea e silicea. Predilige comunque un pH neutro, con valori nutrizionali medi ed un terreno tendente all’umido. La propagazione avviene per seme, nel periodo autunnale. 

Etimologia, usi, componenti


Il nome generico della pianta deriva dalla forma a piccola campana del fiore, mentre trachelium sembra derivare dalle capacità della pianta di lenire le tracheiti.  La pianta è detta imbutini e campanula selvatica.

Con le radici di questa pianta infatti si usava preparare un collutorio per tonsilliti e gola irritata (le radici contengono inulina). La medicina popolare ha utilizzato la campanula trachelium anche attraverso decotti di germogli per lavaggi alle orecchie, in caso di otiti e come leggero diuretico. La pianta contiene tra l’altro tannini, resine, inulina, gomma e venne usata come emolliente.

campanula trachelium

Raccolta ed uso in cucina

La pianta si raccoglie generalmente da febbraio ad aprile. Della pianta si raccolgono le foglie avendo cura di non pelare del tutto i fusti. Le foglie si usano lessate nel ripieno della pasta, in minestroni, oppure condite con olio e sale. Anche le radici bianche e tenere sono commestibili e contengono inulina. Esse possono essere usate crude in insalata, ma anche lesse, condite con olio e limone. I fiori si possono usare nelle insalate e come decorazioni commestibili.

campanula trachelium

Un libro di ricette con i fiori e le erbe selvatiche

Se vi piace la cucina con i fiori e le erbe selvatiche acquistate il mio libro ed ebook intitolato: MangiAmo i fiori e sperimentate le mie ricette. Troverete anche le schede delle piante, le ricerche scientifiche sui poteri antiossidanti delle erbe selvatiche e dei fiori e tante altre curiosità. (Le ricette si possono eseguire anche senza fiori ed erbe utilizzando le verdure dell’orto, per cui potete scrivermi per le sostituzioni).
Potete acquistare il libro sul sito www.youcanprint.it o su altri store on line come amazon, lafeltrinelli e mondadori etc..

Bibliografia
Piante selvatiche Roberto Chiej Gamacchio, Edizioni Demetra 1995
Acta Plantarum – Flora delle Regioni italiane
Wikipedia, enciclopedia libera

campanule trachelium

Tutti i diritti sono riservati

Indicazioni e proprietà erboristiche delle piante e dei fiori sono riportate a titolo indicativo, con indicazione della bibliografia. Esse non costituiscono alcun tipo di consulto, prescrizione o ricetta medica, erboristica ed alimentare. naturainmentecalliopea.it non garantisce sulla validità dei contenuti riportati in questo sito e raccomanda una verifica individuale indipendente.

(per l’uso delle immagini è necessario chiedere il consenso all’autore del sito)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *