Valentina, l’ape regina, il buon miele, l’importanza delle api per l’umanità.

Il buon miele di Valentina, l’ape regina

Era stata una lunga ricerca di Lei, dopo aver assaggiato il suo buon miele, delizioso al palato.
Volevo capire dove abitava, dove produceva il fluido ambrato, perché sapeva d’amore.
Così, da un’etichetta sbiadita su un barattolo, cercai il bel luogo per scovare Valentina, per me, l’ape regina.
La ricerca non fu semplice, ci misi molto impegno, perché Valentina non abitava più lì, ma veniva saltuariamente in quel luogo con il suo furgoncino per visitare le sue sorelle api, che avevano preso il  posto di lei, nella casa nativa.
Così, quel bel giorno, imboccai una stradina sterrata e chiesi ad una ragazza, ferma ad un incrocio, se conoscesse Valentina, ma Valentina era lei!
Così Valentina mi portò nel suo bel luogo fatato.
E fu proprio in quella collina che vidi le arnie, dagli allegri colori.


Lei le aveva collocate strategicamente perchè godessero di una valle piena di fiori.
Tutto intorno lo sguardo si perdeva nel verde, dei magnifici prati, e nei colori dei boschi dei castagni.
Fu lì che si creò l’alchimia perchè, da lì in poi Valentina ed io diventammo amiche.
Nei mesi a seguire lei mi avrebbe raccontato la sua passione fatta di studio, lavoro amorevole, dedizione, osservazione e quel tocco di magia che trasforma il sogno in vita ed esperienza reale.
Stando con lei, alcuni pomeriggi, in mezzo alle api, sarei entrata nella sua dimensione, nel mistero che aveva unito lei a questi insetti così preziosi, facendone la loro regina.
Per questo mi piacque condividere con lei pensieri e passioni e mi piacque frequentarla perchè di lei amavo anche il suo carattere pacato e generoso.
Se penso a lei,  penso a quanto mi piacque vederla in azione mentre toccava ed accarezzava le sue api a cui sussurrava gentili parole d’amore mentre, loro, l’ascoltavano rispettandola proprio come si fa con una vera regina.

La melata di Valentina, ancor più buona del miele

Osservandola, si percepiva chiaramente che le sue api la veneravano regalandole ogni giorno parte del loro splendido lavoro: la melata ambrata, dal gusto delicato, con il profumo del bosco incantato.
E lei le capiva lasciandole fare solo il necessario per la sua produzione.
Lei le rispettava, non le voleva stancare, sfruttandole per guadagnare, le bastava poterle amare.
Per questo il suo miele sapeva d’amore.
Per questo diventammo amiche, condividendo tanti pensieri.


Se in questo momento penso a Valentina formulo molte riflessioni sull’importanza delle api per l’umanità.

L’importanza delle api per l’umanità e la filosofia di Valentina agli antipodi dei mega produttori di miele

Valentina parla attraverso le sue api, dando un messaggio sulla Natura che è agli antipodi di quello che succede in America dove esistono delle distese di migliaia di ettari di mandorli in fiore ove gli apicultori vengono invogliati a portarvi le api, per l’impollinazione degli alberi.
Questi apicultori americani, spinti dai buoni guadagni, compiono viaggi di centinaia di chilometri per poter raggiungere i mandorleti californiani, facendo viaggiare le loro api per due giorni e due notti, senza badare alla sofferenza che creano alle api stesse che, tra l’altro, stivate nei camion, perdono l’orientamento. 
Arrivate a destinazione, queste api, vengono messe a duro lavoro, soccombendo già prima di giungere in loco, proprio per lo stress del viaggio e poi anche perché, sui fiori dei mandorli, viene spruzzato ogni genere di antiparassitario.
Questo spettacolo distruttivo lo vidi tempo fa a Torino in un filmato della rassegna cinema ambiente che mi auguro venga sostenuta e diffusa come incisivo messaggio per stimolare il cambiamento nelle persone che credono nella Natura e nell’importanza delle api come insetti fondamentali per la sopravvivenza dell’uomo stesso e del nostro Pianeta.


Per questo racconto e diffondo il mio messaggio che ora mi impone di scrivere di lottare per non  farle estinguere.
Per questo invito tutti a prendere coscienza ed agire di conseguenza!

Amici, amiamo le api! Amiamole diffondendo il loro messaggio vitale!

Facciamo volare questo messaggio, sognando un mondo migliore, a strisce gialle e nere, sulle note della canzone di: ” Omar Faruk Tekbilek – Last moments o Love”.

 

Patrizia Gaidano
@ Copyright

One Reply to “Valentina, l’ape regina, il buon miele, l’importanza delle api per l’umanità.”

  1. Patrizia Gaidano

    parole meravigliose che riempono il cuore di vera gioia. grazie anima pura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *