La Passiflora, il fiore della passione di Cristo

Tutti i diritti sono riservati

La passiflora Caerulea del mio giardino racconta questa storia

Lei cercava di fare amicizia, voleva farle compagnia, per questo, con tanta invadenza, occupava sempre più il suo balcone, quasi a conquistare un posto nel suo cuore.
Lei voleva abbracciarla con i suoi lunghi ramoscelli pieni di fiori, voleva ammaliarla con tanta bellezza e farle conoscere tutte le proprietà dei suoi fiori.
Per questo si avvinghiava al balcone della mia vicina, per farsi ammirare e conoscere anche da lei.
Lei infatti era il fiore della Passione di Cristo perchè proprio il suo  fiore ne era simbolo in tutte le sue parti.

passiflora

Scopriamo perchè la passiflora è il fiore simbolo di Cristo e non solo

Questo perchè la corolla, formata da molti filamenti tricolori, rappresenta la corona di spine, i tre stimmi sono simbolo dei chiodi della flagellazione, i cinque stami sono le cinque ferite ed i dieci petali invece ricordano i dieci apostoli fedeli a Gesù escluso naturalmente Giuda e Pietro che lo rinnegò.
Un’altra simbologia del fiore associa i petali ai dieci comandamenti.

passiflora c

Descrizione della passiflora

Ai miei occhi si presenta come rampicante legnoso, sempreverde, della famiglia delle passifloraceae, con fiori ermafroditi, solitari, bellissimi e profumati, disposti su lunghi peduncoli all’ascella delle foglie lucide, verdi scure.
I fiori, dai petali di color bianco-verde, sviluppano al loro interno una corona con filamenti esterni raggianti screziati di azzurro ed una interna con filamenti eretti di color purpureo (forse come le vesti di Cristo).
I fiori sbocciano dall’estate all’autunno,  in momenti diversi della giornata e di solito rimangono aperti per un solo giorno.
La passiflora caerulea è l’unica specie che in piena terra sopporta maggiormente il gelo invernale e si presta ad essere coltivata in posizioni riparate all’interno del proprio giardino.

passiflora caerulea

Il genere passiflora, le specie, le proprietà, le passiflora commestibili 

Il genere passiflora comprende circa quattrocento specie di piante per lo più rampicanti ed originarie delle zone tropicali. I fiori delle piante sono in genere ascellari e spesso singoli, mentre le foglie possono essere intere o divise in lobi ed i frutti spesso commestibili (Passiflora Edulis) sono ovali e di colore giallo aranciato.

Una passiflora molto bella da vedere per i suoi colori e la sua forma del fiore, che pare una medusa colorata è la “Passiflora Alata Curtis” originaria  dell’America tropicale (Amazzonia) i cui frutti sono commestibili.

immagine passiflora incarnata, tratta da wikipedia

Altre passiflora

Molte specie di passiflore come la “Caerulea”, la “Edulis” e la “Incarnata“(indigena del Brasile) contengono i composti di passiflorina, flavonoidi, pectine, maltolo, alcaloidi, aminoacidi, fitosteroli. La componente flavonoidica e le pectine attribuiscono alla pianta proprietà lenitive per uso esterno in caso di irritazioni della pelle, di emorroidi, di leggere ustioni, foruncoli e pruriti.

La passiflora incarnata

La “Passiflora Incarnata” ha proprietà sedative, antidepressive, ansiolitiche che la resero utile come sedativo, già durante la prima guerra mondiale, per trattare l’angoscia da guerra.
Ancora oggi resta confermato il grande uso rilassante della pianta e dei fiori per curare lo stress, l’ansia e l’insonnia.
Altre proprietà della pianta sono quelle diuretiche, antinfiammatorie ed antispasmodiche in caso di colite, gastrite ed asma.

Bibliografia:
Piante per balconi e giardini, Maria Teresa della Beffa,  DeAgostini, 1997
Fiori e piante da appartamento, EdiCart, 1995
Piante da fiore ed ornamentali, Eva Mameli Calvino, Editoriale G. Mondadori, 1992
La grande enciclopedia delle piante e dei fiori da giardino a cura di Christopher Brickell, edizione CDE, 1990

Tutti i diritti sono riservati

Indicazioni e proprietà erboristiche delle piante e dei fiori sono riportate a titolo indicativo, con indicazione della bibliografia. Esse non costituiscono alcun tipo di consulto, prescrizione o ricetta medica. Naturainmentecalliopea.it non garantisce sulla validità dei contenuti riportati in questo sito. La verifica individuale indipendente è sempre raccomandata.

Tutti i diritti sono riservati

Indicazioni e proprietà erboristiche delle piante e dei fiori sono riportate a titolo indicativo, con indicazione della bibliografia. Esse non costituiscono alcun tipo di consulto, prescrizione o ricetta medica. Naturainmentecalliopea.it non garantisce sulla validità dei contenuti riportati in questo sito. La verifica individuale indipendente è sempre raccomandata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *