I fiori della veronica persica piacciono alle galline

La Veronica persica ed i suoi delicati fiori azzurri

Mi sono distesa su un grande prato ceruleo pensando fosse la volta celeste, ma al posto delle stelle crescevano delicati fiori di veronica persica.
Anche io in quel momento ero un fiore azzurro adagiato tra loro, sdraiata su un prato morbido, nel quale era facile sprofondare in un sonno di sogni celesti.
Amo questa pianta spontanea, dai fiori azzurri, di una grazia effimera impareggiabile.
La osservo fin da bambina incuriosita da suo nome popolare: “occhi della Madonna”.
La amo proprio per la bellezza momentanea dei suoi fiori, dai petali venati di azzurro più scuro, che cadono appena si colgono i suoi ramoscelli, per farne mazzetti. Per questo è meglio osservare questi fiori nei prati, sempre che non abbiate delle galline che ne vanno ghiotte.
La veronica comune o veronica persica è una classica erbaccia da orto che a differenza di altre è ancora poco invasiva, perché ha una radice poco profonda, facile da estirpare. Una piantina che, nelle mie soleggiate colline, fiorisce già a gennaio tappezzandone i prati.

veronica persica

Etimologia

Il nome del genere veronica si pensa che abbia a che fare con la Veronica che asciugò con un panno il volto di Cristo. Il panno, detto “sudario della Veronica” fu conservato a Roma in San Pietro dal secolo VIII. Nel 1527 col sacco di Roma, sparì e fu ritrovato solo nel XVII secolo, inserito in un pilastro della volta della Basilica vaticana, con l’immagine molto sbiadita.
L’etimologia della pianta inoltre sembra essere legata a Santa Veronica da Binasco .
Il nome persica fa riferimento al luogo di origine della pianta: la Persia.

Il nome inglese della pianta è common field speedwell

veronica persica

Habitat e caratteristiche

La veronica comune è una pianta erbacea annua detta anche veronica persica od occhio della Madonna, che appartiene alla famiglia delle scrofulariaceae, plantaginaceae.

La veronica appartiene ad un genere che annovera quasi duecento specie.

Cresce nei campi coltivati, negli orti, ai bordi dei sentieri, ed è una pianta bassa a carattere tappezzante, che non supera i dieci cm di altezza, che vive al sole o in penombra.

veronica persica

Descrizione della pianta

La pianta si riconosce per il calice a quattro petali ed i due stami.
I fiori sono piccoli, con quattro petali celesti, striati di azzurro più scuro longitudinalmente, mentre il centro della corolla volge al bianco. I petali inferiori sono spesso molto più pallidi come colorazione. La veronica persica fiorisce generalmente da marzo a novembre, ma questo dipende dalla zona in cui vivete.
I suoi fiori molto delicati si staccano subito quando si cerca di raccoglierli.
I fiori della veronica persica nascono all’angolo del gambo e della foglia della pianta.
Le foglie
della pianta sono ovali, pelose ed opposte con margine dentato, mentre i fusti sono prostrati e rampicanti. I fusti hanno due file di peli.

Questa pianta è impollinata da insetti come mosche, api e coleotteri. I semi di questo delicato fiore sono dispersi dalle formiche.

veronica persica

Proprietà erboristiche

La pianta della veronica persica è depurativa, diuretica, espettorante ed emolliente e serve per lenire catarro tosse in abbinamento ad altre piante espettoranti e balsamiche come l’eucalipto ed il timo.

veronica persica

La tisana di veronica persica

Per preparare la tisana si userà la parte aerea (foglie secche) che si raccolgono  generalmente da marzo a settembre.

occhi della madonna

La veronica persica in cucina

In cucina la veronica perisca si presta per arricchire le più fantasiose insalate.
Il gusto dei suoi germogli apicali più teneri è piacevolmente delicato.
La pianta contiene vitamina C.

La ricetta della misticanza alla veronica

In una insalatiera ponete della valeriana fresca con dei ciuffetti di veronica, alcune noci fatte a pezzettini, una mela fatta a dadini ed alcuni chicchi di melograno e condite con olio evo, sale e succo di mezzo bergamotto spremuto fresco.

occhi della madonna

Se ti è piaciuto  l’articolo e vuoi leggere la storia della mia gallina Rosita (articolo del 17 novembre 2017), amante di questi fiori, clicca qui.

Bibliografia

  • Enciclopedia delle erbe riconoscimento ed uso medicinale alimentare, aromatico e cosmetico, Edizioni del Baldo
  • Riconoscere i fiori spontanei d’Italia e d’Europa, Margot e Roland Sphon, Ricca editore, 2013
veronica persica

Patrizia Gaidano @ Copyright

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *