Disegniamo le uova con i fiori e coloriamo naturalmente

Tutti i diritti sono riservati

Disegniamo le uova con i fiori e coloriamo naturalmente

Mi piace giocare con quello che la natura ti mette a disposizione.
Mi diverto a tornare bambina.
Oggi nostalgicamente ricordo quando guardavo la mamma creare in cucina. Per questo ho deciso di raccontarvi del mio esperimento. Mi sono messa in cucina e mi sono detta questo: ” disegnamo le uova con i fiori e coloriamo naturalmente!”
Così ho scoperto un gioco per tornare bambini, da fare con i bambini, per insegnare loro la semplicità delle cose, divertendosi insieme.

uova colorate

La ricetta delle uova fiorite colorate naturalmente

Ecco cosa di deve fare.
Acquistare una confezione da 6 uova dal guscio bianco.
Poi uscire a fare una bella passeggiata e raccogliere fiori di calendula, margherita, violetta cornuta e qualche foglia di tarassaco o di pratolina, senza tralasciare primula e violetta odorata. 
Procurarsi 6 gambaletti di nailon color carne, 3 pentolini, le bucce esterne delle cipolle gialle, qualche foglia di cavolo rosso e del prezzemolo.
Procedere così:
nel primo pentolino mettere le foglie di cavolo rosso spezzettate e sul fondo adagiarvi due uova strette in calzini di nailon che serviranno a comprimere i fiori e le foglie sul guscio delle stesse, al fine di creare i motivi floreali.
Poi coprite le uova con altre foglie di cavolo rosso ed aggiungete acqua fino a coprire, lasciando cuocere per 20 minuti, con coperchio accostato. Togliere le uova dal pentolino e metterle con il liquido colorato dei vegetali e mezzo cucchiaio di aceto o succo di limone in un contenitore,  fino a quando non si colorano i gusci.
Procedere nello stesso modo mettendo nel secondo pentolino le bucce delle cipolle gialle e le altre due uova e poi nel terzo pentolino il prezzemolo e le altre uova.

Il cavolo rosso tinge il guscio di azzurro, le bucce delle cipolle gialle tingono di giallo, mentre il prezzemolo tinge di verde.

Il succo di limone o l’aceto nell’acqua servono per rendere più vivi i colori.

Queste uova anche se super sode sono ottime in una bella insalata.

coloriamo con la natura

I colori ed il potere tintorio dei vegetali

Alcuni ortaggi del nostro orto, alcuni frutti, spezie, fiori ed erbe, hanno proprietà tintorie perché contengono clorofilla e pigmenti naturali.
Scopriamo quali.

Il verde si può estrarre da: spinaci, ortiche, prezzemolo (l’estrazione della clorofilla si può fare mettendo le foglie nell’alcool etilico pestandole con mortaio, poi si aspetta, si filtra  e si mette a riscaldare a bagno maria per far evaporare l’alcool, ed ecco ottenuta la clorofilla)
L’azzurro si può ricavare dalle foglie del cavolo viola.
Il blu si può ottenere dal succo di mirtillo, dal succo d’uva, dal ginepro.
Il giallo si può estrarre dal fiore del tagete, della calendula (procedere come per il verde), poi dalla polvere di curcuma (acqua più aceto per l’estrazione), dalle bucce delle cipolle gialle (acqua più aceto per estrarre), dai pistilli di zafferano, dalla ginestra e dalla verga d’oro.
Il rosso ed il rosa di possono produrre da: barbabietola rossa che è idrosolubile, dalla paprika, dalle bucce di cipolla rossa, dai petali del papavero rosso o Rosolaccio.
L’arancione con le bacche del melograno.
Il marrone ci proviene dalla polvere dei chicchi di caffè, dal tea nero, dalla noce e dal suo mallo.

Raccogliamo le piante ed i fiori al mattino ed i frutti e gli ortaggi ben maturi.

ispirazioni naturali

Coloriamo anche le stoffe

Divertiamoci e coloriamo naturalmente anche le stoffe dando spazio alla fantasia.
Le stoffe vanno immerse in acqua in una parte di aceto bianco e quattro di acqua e poi fatte cuocere al vapore per un’oretta in una pentola di alluminio sopra una alzatina. Tutto va cotto con coperchio accostato e non totalmente chiuso. Il coperchio non deve toccare la stoffa. L’ideale è usare abiti vecchi di seta.

uova colorate naturalmente

Tutti i diritti sono riservati

Indicazioni e proprietà erboristiche delle piante e dei fiori sono riportate a titolo indicativo, con indicazione della bibliografia. Esse non costituiscono alcun tipo di consulto, prescrizione o ricetta medica. Naturainmentecalliopea.it non garantisce sulla validità dei contenuti riportati in questo sito. La verifica individuale indipendente è sempre raccomandata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *