Canapa acquatica, anche pianta da stagno

(Tutti i diritti sono riservati)

Le piante spontanee che crescono vicino all’acqua

Quel giorno passeggiai per ore contemplando la natura.
Sentivo gli uccellini cantare dall’alto degli alberi alti ed in lontananza la “voce del fiume” che mi diceva di raggiungerlo per scoprire la vegetazione che cresceva nei dintorni.
Così conobbi la canapa acquatica.
La vidi circondata da da mille amici volanti come farfalle, api, calabroni e libellule e capii che era una buona pianta mellifera.
Così osservando questo spettacolo mi resi conto di quanto fosse bella la pianta anche vicino allo stagno del mio giardino.

canapa acquatica

Descrizione

La canapa acquatica,  scientificamente chiamata: ‘eupatorium cannabinum’ è  una specie perenne con fusti eretti solca,ti longitudinalmente, spesso rossastri. Presenta foglie alterne con margine dentellato, su rami corimbosi nella parte superiore. I fiori sono raccolti in numerosi capolini lievemente profumati di un colore roseo porpora e fioriscono da luglio ad ottobre. I fiori ermafroditi sono piccoli capolini di 4-6 fiori tubolosi.
Il rizoma è bianco, breve, conico e fibroso ed emana un odore poco gradevole.
La pianta viene impollinata da api e farfalle.
I frutti sono achenii ovali oblunghi sormontati da pappo. I semi vengono disseminati dal vento anche a lunghe distanze dalla pianta madre grazie alla leggerezza del pappo.
Questa pianta appartiene alla famiglia delle compositae, asteraceae e si presenta con un aspetto robusto e slanciato, infatti può raggiungere anche i due metri di altezza.

canapa acquatica

Habitat, terreno, coltivazione ed etimologia

Il suo habitat che fa riferimento all’acqua è quello dei boschi freschi, dei greti dei fiumi, ma cresce anche nei ruderi e negli incolti, dalla zona marina alla zona montana. Ama i terreni freschi ed umidi ed è bellissima piantata vicino ad uno stagno perchè attira api e farfalle, per cui impiegatela  nei giardini acquatici e si svilupperà molto rapidamente. Predilige posizioni a mezz’ombra e resiste molto bene al freddo.
La pianta si riproduce per seme e per divisione del rizoma
strisciante. La semina si effettua in autunno. La pianta va potata in autunno dopo la fioritura
La pianta è diffusa praticamente in tutta Europa.
L’etimologia della pianta allude al nome di Mitriade Eupatore re del Ponto (regione dell’Asia Minore del I ‘ secolo a.C.)  che avrebbe scoperto per primo (nasce dal nobile padre) le proprietà e gli usi terapeutici della pianta.
Il nome ‘cannabinum’ deriva dal latino cannabina, cannabis ossia canapa con riferimento all’aspetto fogliare del caule simile a quello della canapa sativa.
Gli altri nomi della pianta sono eupatoria, “erba di santa Cunegonda” mentre in inglese si chiama hemp agrimony.

canapa acquatica

Proprietà e componenti

La pianta della canapa acquatica non è commestibile, ma ha le seguenti proprietà curative: per il fegato si usa principalmente come rimedio omeopatico perchè erboristicamente contiene sostanze epatotossiche che prevedono un adeguato consulto medico prima dell’uso. Poi la pianta ha proprietà diuretiche, depurative e sudorifere (per le sostanze contenute nei fiori e nelle foglie) e lassative e vermifughe (per le sostanze presenti nelle radici).
Della pianta si usano radici  (da raccogliere in autunno avanzato) , foglie ed i fiori (da raccogliere da giugno ad agosto).
Le foglie della parte alta della pianta sembrerebbero essere più lassative con effetto simile al rabarbaro.
Con le foglie essiccate di canapa acquatica si può preparare un infuso.

La canapa acquatica contiene eupatorina amara, inulina, tannini, resine, glucosidi,  saponine e molto altro.

canapa acquatica

Se ti interessano altre piante da stagno leggi il mio articolo sulla salicaria cliccando qui.

Bibliografia:

Riconoscere i fori spontanei d’Italia e d’Europa, Ricca Editore, 2013
Herbs, Lesley Bremness, Dorling Kindersley book, 1994
Fiori di Liguria, G. Nicolini A. Moreschi,  edizione siag Genova, 1970

Tutti i diritti sono riservati

Indicazioni e proprietà erboristiche delle piante e dei fiori sono riportate a titolo indicativo, con indicazione della bibliografia. Esse non costituiscono alcun tipo di consulto, prescrizione o ricetta medica, erboristica. Naturainmentecalliopea.it non garantisce sulla validità dei contenuti riportati in questo sito. La verifica individuale indipendente è sempre raccomandata.

per l’uso delle immagini è necessario chiedeere il consenso all’autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *