Campanule in fiore come campane

Tutti i diritti riservati

Campanule e campane, tutto è armonia

Odo il rintocco delle campane del campanile della chiesetta vicino a casa e sento come vibrazioni universali.
I rintocchi delle campane scandiscono il passare del tempo, custodito in quel piccolo campanile della chiesa che, con la sua benefica aura, protegge la mia casa.
Nel suono delle campane il mio spirito si compone di fiori, abbandonando la realtà della materia che lascia posto alla leggerezza dello spirito.
Per questo, oltre che per la forma, associo l’armonia del fiore delle campanule alle campane del campaniletto della chiesetta vicino a casa.

Le campane tibetane ed il mio simbolismo per le campanule in fiore

Le vibrazioni celesti della campana della chiesa mi fanno pensare anche al suono delle campane tibetane che si espande in una frequenza armonica ed energetica che parte dal palmo della mano che sostiene la campana, rivolgendola verso il cielo.
Nel suono delle campane echeggia quasi un processo di ripulitura spirituale che rinnova anche tutte le cellule del corpo, apportando quel senso generale di benessere che fa volare l’anima nel blu del cielo infinito.
Per questo dico grazie:“dhanyabad”, al messaggio delle campane tibetane, al messaggio delle campane della mia chiesetta ed ai fiori di campanula che per me sono simbolo di vibrazione celeste nel primo giorno d’estate.

CAMPANULE

Origine del fiore delle campanule

Le campanule appartengono alla famiglia delle campanulaceae e sono piante di origine molto antica infatti pare che fossero conosciute fin dal XVI secolo, mentre il loro nome deriva dalla forma del fiore, che ricorda quella di una campana.
Le zone di origine delle campanule sono generalmente l’Europa e l’Asia.
Le campanule sono forse tra i fiori estivi quelli più belle da vedere in quanto ci regalano vistose fioriture a partire da maggio e per tutta l’estate, fino a settembre inoltrato.

campanula appeal

Descrizione del fiore delle campanule

Le campanule sono delle piante rustiche o semirustiche, perenni, annuali o biennali che hanno un’altezza variabile dai 10 cm ai 2 m. Le foglie, semplici, alterne hanno una forma variante, mentre i fiori solitari o raggruppati in radi capolini o spighe hanno corolle dai colori molto vivaci tra il viola, l’azzurro ed il purpureo.

I fiori hanno spesso calici a cinque petali, ma le descrizioni delle singole piante variano a seconda della specie, infatti alla famiglia delle campanule appartengono quasi trecento specie, in maggioranza perenni ed europee.

Alcune varietà di campanule europee

la campanula portenschlagiana (o campanula muralis)

Una delle campanule (vedasi mie fotografie allegate), è la portenschlagiana (o campanula muralis) che è caratterizzata da fusti prostrati alti fino a 15 cm., con una lunghezza regolare, se vogliamo contenuta, e cuscini di piccole foglie simili a quelle dell’edera. Questa campanula presenta corti steli che sostengono innumerevoli mazzi di fiori blu violetto, viola o celeste che ricoprono completamente il fogliame, con fioritura che va da maggio a luglio. Questa campanula può rifiorire in settembre. Per la coltivazione necessita di terreno normale e di esposizione parzialmente soleggiata, per garantire la durata dei fiori, e si caratterizza per essere robusta e fiorifera.

campanula portenschlagiana

La campanula appeal

Un’altra varietà di campanula che ho fotografato, perché estremamente vistosa grazie ai suoi grandi fiori a campana, raccolti in grappoli è la campanula appeal, un ibrido che si trova in commercio nei colori del viola, del lilla, del rosa e fino al bianco.

campanula appeal

la campanula pyramidalis

Un tipo di campanula degna di nota è la campanula pyramidalis (con portamento piramidale) ossia una biennale ramificata semirustica, con origini mediterranee, anche diffusa come pianta selvatica, che produce piccole rosette fogliari allungate, ovali, di colore verde chiaro, dalle quali, in primavera, si ergono sottili fusti caratterizzati da poche foglie, al cui apice sbocciano molti fiori a forma di campana, dal colore azzurrato. La fioritura di questa varietà prosegue fino all’autunno, stagione in cui la pianta produce nuove rosette fogliari, che daranno luogo a fioriture primaverili. La campanula pyramidalis viene spesso coltivata anche come annuale in quanto tende ad auto seminarsi e propagarsi con facilità. Le foglie ed i fiori di questa campanula sono commestibili, e vengono utilizzati a crudo nelle insalate.

Campanula portenschlagiana

la campanula isophylla

Un’altra campanula facile da coltivare, anche in appartamento, è la campanula isophylla o stella d’Italia (endemica della Liguria) che ha fusti striscianti e pelosi e fiori stellati, a cinque petali, di un color blu chiaro che però possono variare nelle colorazioni del bianco, a seconda che sia una isophylla alba, o del blu porpora, nel caso che sia una isophylla mayi. La isophylla presenta foglie tondeggianti dal margine dentato. Questa campanella è una perenne sempreverde, nana, decombente con un’altezza che si aggira sui 10 cm.

la campanula rotundifolia

Un’altra campanula è la rotundifolia dalle foglie ovali tondeggianti, ondulate al margine e fusti prostrato asscendenti, con fiori prevalentemente solitari di colore da violetto ad azzurro purpureo. Dalla rotundifolia si ricava un inchiostro indelebile.

APPEAL….

Coltivazione delle campanule

Tutte le campanule sono piante di semplice coltivazione, che prediligono una posizione illuminata, ma non a contatto diretto con i raggi del sole, quindi meglio porle a mezz’ombra in terreni fertili ai quali andrà aggiunta una minima parte di sabbia. Le campanule vanno annaffiate moderatamente privilegiando il periodo estivo quando necessiteranno di una maggiore quantità d’acqua.
Per lo più le campanule sono specie rustiche, adatte anche alla coltivazione in vaso.

trachelium

Le campanule in erboristeria e le campanule commestibili

Gli usi erboristici delle campanule sono riservati alle campanule rapunculus o raperonzolo (con corolla azzurro pallido), trachelium (con corolla azzurra) e latifolia ove è presente l’inulina che conferisce loro proprietà vulnerarie e depurative, oltre al fatto che le tre specie sono commestibili come verdura cotta o cruda nelle insalate (soprattutto la rapunculus o raperonzolo).

campanula trachelium

Bibliografia:

    • Fiori di Liguria, G.Nicolini, A. Moreschi, Edizioni Siag Genova, 1970
    • La grande enciclopedia elle piante e dei fiori da giardino, Christopher Brickell, Arnoldo mondadori editore, 1990
    • Fiori e piante d’appartamento, EdiCart, 1995
    • Piante per balconi e giardini, a cura di Maria Teresa della Beffa, DeAgostini, 1997

Tutti i diritti sono riservati

Indicazioni e proprietà erboristiche delle piante e dei fiori sono riportate a titolo indicativo, con indicazione della bibliografia. Esse non costituiscono alcun tipo di consulto, prescrizione o ricetta medica. Naturainmentecalliopea.it non garantisce sulla validità dei contenuti riportati in questo sito. La verifica individuale indipendente è sempre raccomandata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *